Aggiornato il 17/11/2020 in Organizzazione

Videochiamate di gruppo tra bambini e ragazzi: le migliori applicazioni

Gli stessi strumenti che si possono utilizzare per fare smart working sono validi anche per connettere i bambini e farli sentire meno soli e isolati in questa situazione.

Per un bambino è importante poter sentire ma anche vedere le persone care: nonni, cugini, amici e compagni di classe e, dopo queste settimane di isolamento, hanno voglia di poter comunicare con gli amici e familiari.

Cercare di rendere le conversazioni a distanza il più vicino possibile alle conversazioni normali è fondamentale.

Questo vale per tutti i bambini, a partire indicativamente dai 3 anni. A seconda dell'età varia l'autonomia del bambino e gli strumenti tecnologici a disposizione. I ragazzi potrebbero infatti avere un proprio smartphone/computer o dovranno utilizzare i dispositivi della mamma o del papà.

Per far connettere i bambini e potersi chiamare e vedere si possono usare una serie di strumenti. Ovviamente bisogna avere a disposizione uno smartphone, tablet o computer e la connessione internet.

Le videochiamate possono essere fatte tra due o più partecipanti.

Vediamo una serie di strumenti gratuiti. Poi, come sempre, se ci si trova bene per alcuni si può acquistare la versione integrale. Ma, se usate a fine ludico, la versione gratuita è più che sufficiente!

Il bambino deve essere assistito nell'impostazione della chiamata e in una prima fase della conversazione. Poi, in base all'età, gli si può lasciare un po' di spazio affinchè si senta più libero di chiacchierare con l'amico.

Strumenti per far incontrare i bambini a distanza

Non si tratta di una classifica ma solo di un elenco. Volutamente non abbiamo inserito Messenger e Instagram poichè prevedono l'utilizzo di questi social network, vietati ai minori di 13 anni.

  1. Whereby
  2. Skype
  3. Zoom
  4. Google Meet
  5. Google Duo o Facetime
  6. Google Hangouts
  7. Whatsapp
  8. Telegram
  9. Houseparty

Questi strumenti possono essere utilizzati anche per lo smart working.

Whereby

Whereby è una soluzione veloce e gratuita. E' uno strumento che consente una videochiamata con un massimo di 4 persone.

Non si deve installare nulla.

Chi fa la videochiamata deve registrarsi e crea un link per la meeting room. Gli altri partecipanti non devono registrarsi.

Una volta registrato, si genera un link. Basta inviare il link agli amici/familiari: appena lo aprono stanno partecipando già alla videochiamata.

Skype

Skype è un'app di Microsoft molto conosciuta e diffusa per le chiamate e le videochiamate.

Skype deve essere installata sul proprio dispositivo. Una volta creato il proprio account si cercano i contatti. Trovato l'amico si invia una richiesta di connessione e, una volta accettata, si possono fare chiamate a voce, chiamate video e chattare.

La connessione può essere a due o in gruppo (fino ad un massimo di 10 persone per le videochiamate e 25 persone per le chiamate vocali).

Zoom

Zoom Cloud Meeting è una soluzione professionale. Si può utilizzare per chiamarsi, vedersi attraverso lo schermo e fare anche lezioni. Consente di far partecipare infatti tutta la classe.

E' un ottimo strumento lavorativo: permette di registrare, condividere lo schermo, fare videoconferenze.

La qualità del video è eccezionale.

Puoi usare Zoom da PC, tablet, e smartphone. E' disponibile sia per il sistema operativo Android sia iOS.

Per usarla basta cliccare sul link che ti viene inviato da chi ha organizzato la videocall e Zoom si aprire in una finestra da browser. In questo caso non è dunque necessaria nessuna registrazione.

Se hai un codice con il numero del meeting, clicchi su "join" da app dello smartphone o "join a meeting" nella versione desktop. Inserisci il "meeting ID" che ti è stato indicato e partecipi alla videochiamata o alla chiamata vocale. Puoi decidere se utilizzare o meno il video.

La versione gratuita ha delle limitazioni ma è perfetta per una chiacchierata con i compagni di classe o amici. Può infatti connettere fino a 100 utenti contemporaneamente, mostrandoli tutti. Nella versione gratuita la chiamata è limitata a 40 minuti.

Se vuoi avviare un meeting devi registrarti. Poi basta cliccare su "new meeting".

Zoom: partecipare ad una videochiamata
Zoom: come funziona
Zoom: creare una videochiamata di gruppo

Google Meet

Google Meet è ti permette di fare delle chiamate. Ha la chat, si può condividere la webcam. E' un tool basico ma utile al fine di far chiacchierare i bimbi.

Google Duo o Facetime

A seconda del dispositivo utilizzato, puoi usare Google Duo o Facetime. Sono infatti due app già installate rispettivamente su Android e Apple.

Google Duo è un'applicazione per video chiamate e chat mobile sviluppata da Google, disponibile sui sistemi operativi Android e iOS. Si può anche usare da web. Google Duo è già installato su quasi tutti gli smartphone Android. Se hai un cellulare con Android è dunque molto probabile che tu lo abbia. Per renderla attiva deve essere configurata.

Si accede con l'account Google. Viene chiesto il numero di telefono e viene inviato un sms per confermare tale numero.

Permette di fare una videochiamata con 8 persone. Si possono dunque selezionare altre 7 persone da videochiamare così da far partire immediatamente una videochiamata collettiva.

FaceTime raggruppa in automatico tutti i contatti della tua rubrica che hanno un account Apple registrato. Supporta fino a 32 persone contemporaneamente.

Google Hangouts

Google Hangouts consente di scambiarsi messaggi e fare chiamate vocali e videochiamate. Si può partecipare a una conversazione a due o includere fino a 100 amici in una chat di gruppo. Per le chiamate a voce o con video si possono connettere contemporaneamente fino a 10 amici. E' possibile condividere foto, mappe, emoji, adesivi e GIF.  

Per usare questo tool è sufficiente avere un account di Google. Esiste anche l'estensione di Google Hangout per il browser Chrome oppure puoi scaricare l'app per Android o iOS.

WhatsApp

WhatsApp è sicuramente il sistema di messaggistica più conosciuto ed utilizzato.

Se il ragazzo ha il suo cellulare può fare chiamate e videochiamate in autonomia, sulla base del tempo che ha a disposizione se hai impostato un sistema di parental control.

Se utilizza il tuo cellulare potrebbe monopolizzartelo. L'alternativa potrebbe essere fargli utilizzare Whatsapp Desktop (ma solo per chattare).

Fare una videochiamata con WhatsApp è molto facile. Una volta aperto il contatto che si vuole chiamare, basta toccare l'icona a forma di videocamera in alto a destra.

Se si vuole fare una videochiamata coinvolgendo più amici di gruppo, si deve aggiungere un altro partecipante a una chat video già attiva toccando l'icona "+" . Si potranno aggiungere fino a tre persone nella nostra chat, in modo da avere quattro utenti in contemporanea sullo schermo. Infatti il numero massimo di partecipanti ad una videochiamata è 4.

In alternativa si può creare un nuovo gruppo toccando i tre puntini verticali in alto e selezionando l'opzione "Nuovo gruppo" e scegliendo i contatti da aggiungere. Creato il gruppo, basta toccare l'icona con la cornetta con il tasto +, scegliere i partecipanti da invitare (foto in basso) e poi l’icona della videocamera.

Telegram

Telegram consente, oltre alle chat, le chiamate vocali. La qualità è molto elevata.

Anche in questo caso si può impostare la versione Desktop.

Oltre a vedersi tramite la videocamera e parlare, si possono anche organizzare tanti giochi online durante la videochiamata.

Houseparty

Houseparty è perfetto per i ragazzi. E' un'applicazione che in questo momento sta spopolando.

Consente di fare videochiamate, dove ci sono anche giochini di gruppo. Ci si può sfidare a vari minigiochi: quiz, disegni...

Houseparty collega fino a otto persone. Essendo spazi condivisi pubblici, per evitare che estranei si aggiungano è necessario spuntare l’apposita voce prima di avviare la chiamata con gli amici.

Bisogna registrarsi, scegliendo uno username, il nome, email, password e data di nascita. Eventualmente si può aggiungere anche la foto. Nella seconda fase della registrazione si mette il numero di telefono, che viene convalidato tramite l'invio di un sms.

Idee su cosa far fare ai bambini a casa durante l'emergenza Coronavirus? Ecco oltre 50 attività!

Ricevi gli aggiornamenti di Bimbi a Festa

Neanche a noi piace lo spam: riceverai le notizie più interessanti 1 volta al mese.

* campo obbligatorio
Condividi
Condividi

Rimani in contatto!

Bimbi a Festa

Iscriviti alla newsletter!